ATTENZIONE
SE SEI UN NUOVO UTENTE, TI PREGHIAMO DI VISIONARE IL REGOLAMENTO E DI PRESENTARTI IN "PRESENTAZIONE NUOVI ISCRITTI"!

dove va il settore

dedicata ad argomenti vari del settore o meno, unica sezione dove si può andare off-topic

dove va il settore

Messaggioda mauro » 23/02/2015, 14:47

vi allego un link a B2eyes, se ne parlava già da un mesetto ma ora è ufficiale, Coppervision vuole prima dimezzare e poi chiudere la parte di logistica in Italia.

http://www.b2eyes.com/Content/News.aspx ... 0a273d05cc

Mi piacerebbe sentire cosa ne pensano i colleghi del forum, la domanda che pongo è "'Italia è destinata ad una marginalizzazione totale, sia sul piano della produzione che di quella della commercializzazione, dei prodotti oftalmici?"

o detta in parole povere.... il nostro futuro sono lenti made in Cina, montature made in Cina.. grosse catene di distribuzione made in ...Francia o Italia e tanto, tanto, tanto e-commerce?
vediamo cosa ne pensate.
mauro
 
Messaggi: 318
Iscritto il: 07/04/2014, 15:20
Località: Bologna

Re: dove va il settore

Messaggioda essiweb » 23/02/2015, 21:46

Che purtroppo l'estero sia il presente e il futuro è una realtà amara per molti prodotti... pensate tempo fa trovai una vecchissima bustina di lenti di mia mamma "infrangibili orma 1000 essilor made in france" l'ho conservata fa tenerezza in un mondo dove paradossalmente la cina ha inghiottito il mondo.

ora anche la logistica... Santo cielo...

dall'articolo che citi Mauro mi ha colpito :
CooperVision dimezza l’organico in Italia

La multinazionale di lenti a contatto disposable ha avviato una procedura di messa in mobilità per gli oltre cinquanta dipendenti del reparto logistico di Lainate, a nord ovest di Milano: l’obiettivo sarebbe creare un polo a Liegi, in Belgio

«CooperVision gode di ottima salute (nel 2014 ha registrato un fatturato intorno a 1,7 miliardi di dollari, con una crescita dell'8% rispetto al 2013, ndr)


L'azienda va bene ma va in Belgio... che ne dica il nostro governo le tasse nel nostro paese sono troppo alte... poi per multinazionali che ci mettono 3 secondi a spostarsi... poi ci sono altre cose ok.. ma rimaniamo un paese caro... e non solo noi.. mentre per la produzione di serie nessuno compete con asia e cina in particolare in vari settori non solo l'oftalmico.

In Italia ci sono realtà coraggiose coi contro C. nelle lenti mi viene in mente la Barberini per gli occhiali da sole fino all'oftalmica dove ci sono tante aziende che arrivano fino all'ottico direttamente, l'optovista dove lavori tu Mauro, La dai, la Divel, ltl (che dichiara di vendere il 70% dei prodotti all'estero... paradossale ma vero), ital lenti fino a realtà più piccine e spesso senza un vero reparto di ricerca e sviluppo ma che si sforzano..

Certo se poi (mi pare lo disse un vecchio utente sul vecchio forum non mi ricordo chi .) ci si trova un essilor che vorrebbe fare le lenti di ricetta in india e spedirle... entro 48h...

Per le montature a parte i grandi big con una storia (persol, ray ban ecc) e i prodotti costosi (non tutti) il settore medio-basso lo vedo sempre più inghiottito dal made in cina mi sembra che luxottica e safilo in questo abbiano già dato con molti marchi ma mantengano molto anche in Italia (sbaglio? novità? )

Per le catene è un vecchio discorso secondo me possono tantissimo a livello economico (basta vedere le promozioni comprano migliaia di pezzi e chissà che sconti da del vecchio e company è il mercato) ma raramente riescono a dare servizi personalizzati o di alto livello o una buona assistenza post vendita se non è la solita vite a gratis, inoltre fuori dalle promo non è nemmeno vero che siano meno cari degli ottici in proprio anzi a volte ci sono sorprese curiose.
essiweb
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 08/04/2014, 17:05


Torna a VARIE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron