ATTENZIONE
SE SEI UN NUOVO UTENTE, TI PREGHIAMO DI VISIONARE IL REGOLAMENTO E DI PRESENTARTI IN "PRESENTAZIONE NUOVI ISCRITTI"!

Problema stupido: LENTI SPORCHE!

dedicata ad argomenti vari del settore o meno, unica sezione dove si può andare off-topic

Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Patrick » 20/01/2018, 21:41

Ciao a tutti,

ho un problema "stupido", ma veramente fastidioso:

ho un paio di occhiali da vista, con lenti (di alta qualità, almeno a giudicare dal prezzo) Rodenstock Impression Mono 2 con trattamento antiriflesso e NON RIESCO A PULIRLI DECENTEMENTE.

Ho provato di tutto: flaconcini di liquido dell'oculista di vari tipi, e addirittura fazzolettini per ottiche Zeiss... niente da fare, il risultato è sempre lo stesso: aloni bianchi/strisce che ... si spargono ma non spariscono!

Con gli occhiali precedenti non mi pareva avere questi problemi: i flaconcini funzionavano sempre!

Con questi invece no: in particolare l'area superiore, quella che in certe circostanze sfrega con le sopracciglia, si sporca visibilmente, e FORSE è responsabile del... "disastro"...

Se qualcuno ha qualche suggerimento, è ben accetto, perchè di spendere ogni volta 5 minuti (5!) per pulirli ben bene è una vera scocciatura!!!
Patrick
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 08/10/2015, 17:36

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda basalla » 21/01/2018, 9:39

se la montatura possiede I naselli ritorna dall'ottico e farti fare una regolazione,se ne è priva credo che l'unica soluzione per ovviare all'inconveniente sia il taglio,parziale o totale, delle pelurie

visagista cercasi ;)
basalla
 
Messaggi: 626
Iscritto il: 07/04/2014, 19:52

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Patrick » 21/01/2018, 11:21

Grazie per la risposta, ma non sono i naselli o come gli occhiali "cadono" sul naso il problema (e NON ho le sopracciglia modello "Elio e le Storie Tese" .... :D .

Il problema è che lo sporco NON VA VIA, mentre con altri occhiali (da sole) il problema non si presenta.

Deduco quindi che FORSE il trattamento delle lenti è in qualche modo "diverso", e occorrono altri metodi/prodotti per la pulizia, perchè lo sporco semplicemente - con la pulzia - si sposta e non viene via.... :x
Patrick
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 08/10/2015, 17:36

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Max » 21/01/2018, 17:34

Devi provare con una sostanza alcolica.
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 807
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Patrick » 21/01/2018, 20:38

Grazie per l'indicazione, ma avrei bisogno di qualche dettaglio in più, perchè "sostanza alcolica" per me è un po' troppo generico per non avere paura di fare dei danni (con quello che sono costati....).
Patrick
 
Messaggi: 20
Iscritto il: 08/10/2015, 17:36

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda basalla » 22/01/2018, 18:25

ALKERMES. Liquore aromatizzato con cannella, chiodi di garofano ed altre spezie, utilizzate nella pasticceria.

AMARETTO. Liquore gradevolmente dolce dai sapore di mandorle.

AMER PICON. Aperitivo francese gradevolmente amaro, ottenuto con genziana , arancia ed altre spezie.

ANGOSTURA. Composto di erbe, spezie e corteccia dell'albero Cusparia, è l'amaro principe dei drinks a base di Whisky, Vodka e Vermouth di ogni tipo.

ANISETTE. Liquore dolce dall'intenso sapore di anice; viene prodotto, oltre che in Francia, in numerosi Paesi tra i quali Italia e Spagna.

APEROL BARBIERI. Aperitivo moderatamente alcolico (11°), distribuito dalla barbero 1891 di Canale (Cuneo). Ottimo nella preparazione di pre dinner e long drinks.

APRICOT BRANDY. Brandy ai sapore di albicocche; viene prodotto in ogni parte del mondo.

ARMAGNAC. Acquavite francese, di sapore più secco e meno morbido de! Cognac, spesso distillato artigianalmente.

BAILEYS. Liquore moderatamente alcolico (17°) prodotto ed imbottigliato in Manda. Il whiskey e la panna fresca sono i principali ingredienti impiegati in questo dolce after dinner: preferibilmente ben raffreddato.

BENEDECTINE. Antico liquore nato nei 1610 nell'Abbazia di Fecamp, in Normandia, da una ricetta segreta dei frati benedettini; si è certi che nel liquore vengono aggiunte erbe, spezie e vari aromi.

BLU CURACAO. E' un liquore al gusto di arancio di colore blu.

BRAULIO. Liquore digestivo ( 21°), ma che tuttavia si può miscelare con altri prodotti per realizzare pre dinner e long drinks.

CHACACA. Tipo di acquavite di canna di produzione brasiliana.

CALVADOS. Distillato di mele o di acquavite di sidro, ottenuto da una qualità di mele prodotte in Normandia.

CHAMPAGNE. Vino spumante prodotto nella omonima regione delta Francia già dal medioevo, venne perfezionato da un monaco benedettino (Dom Perignon) intomo al 1670 nell'abbazia di Ha'jtviliiers.

Per "Champagne millesimato" si intende un vino ottenuto da una vendemmia particolarmente fortunata, per le condizioni climatiche che hanno portato i grappoli ad una maturazione assolutamente perfetta, proprio per questa ragione i millesimati hanno una personalità diversa ogni anno, dato che è impossibile che da un anno all'altro si verificano le stesse condizioni climatiche.

In altri termini si può dire che ogni annata di miliesimato è un'opera della natura e che in essa si ritrovano le caratteristiche che hanno reso unica e speciale quella certa vendemmia. Ciò che distingue il prodotto finale di queste vendemmie dagli altri Champagne delle cuvèes tradizionali è che i millesimati derivano dall'assemblage (amalgama) di vini solo ed esclusivamente di quel certo anno e non sono elaborati da vini di annate diverse, come invece normalmente avviene, per questo sul tappo e sull'etichetta i millesimati riportano l'indicazione dell'annata di produzione (il millesimo appunto). Inoltre, nessun millesimato può venire messo in commercio prima che siano trascorsi almeno tre anni dalla vendemmia, di solito in Champagne, però, i millesimati sono invecchiati da cinque anni.

Si dice che lo Champagne dia resa migliore proprio nella bottiglia tradizionale da 75 ci nel Magnum, dove il rapporto volume del vino e volume della bottiglia è ottimale per la perfetta evoluzione del vino, certo che queste definizioni arcane, di sapore mitico, aggiungono un tocco di mistero alla leggenda dello Champagne.

Esistono diversi quantitativi per bottiglia, oltre alla tradizionale da tre quarti.

Vari tipi di bottiglie dai nomi spesso insoliti e bizzarri, che si adattano a occasioni speciali e super speciali, e cioè:

MAGNUM = 2 bottiglie = 1,5 litri.
JEROBOAM = 4 bottiglie = 3 litri (per pranzo speciale).
REHOBOAM = 6 bottiglie = 4,5 litri.
MATHUSALEM = 8 bottiglie = 6 litri (per occasioni eccezionali).
SALMANAZAR = 12 bottiglie = 9 litri.
BALTAZAR = 16 bottiglie = 12 litri.
NABUCODONOSOR = 20 bottiglie = 15 litri (per incontri leggendari).

CHARTREUSE. Uno tra i più antichi liquori del mondo, nato in Francia nel 1700, viene preparato in due versioni: tipo giallo dal sapore amabile, o verde, più alcolico. Sono ottimi digestivi a base di numerose erbe e spezie, in America latina, in Portogallo e in Spagna, oltre ai due tipi tradizionali esiste anche l'elisir de Chartreuse bianco.

SHERRY BRANDY. Liquore dolce prodotto con ciliegie marasca della Dalmazia invecchiato in botticelle di rovere.

SHERRY HEERING. Liquore prodotto a Copenaghen con le ciliegie coltivate dalla stessa Heering.

CINZANO CHIARO. Vino aromatizzato con spezie gradevolmente dolce, nuovo prodotto della ditta piemontese.

COGNAC. Distillato di vino prodotto con uve dei vigneti della regione dello Charente.

COINTREAU. Liquore al sapore di arancia, nasce ad Angers (Francia) nel 1849. E- molto utilizzato nei cocktails, con il gelato e nella pasticceria.

CORDIAL CAMPARI. Liquore ottenuto per distillazione particolare di Cognac e lamponi macerati nel medesimo.

CREME DE CASSIS. Prodotto proveniente dalla zona di Digione, utilizzato principalmente con vini bianchi e vini spumanti, ottenuto per distillazione di ribes neri.

CREME DE BANANE. Liquore alle banane.

CYNAR. Prodotto moderatamente alcolico ottenuto per infusione di carciofi.

DRAMBUIE. Liquore ottenuto con il Whisky scozzese e miele di brughiera.

FERNET. Amaro ottenuto per infusione di erbe ed alcol, il più famoso nel mondo è il FERNET BRANCA: và servito naturale o rinfrescato, liscio o con il ghiaccio, miscelato con liquore di menta e con aggiunte di soda water o di gassosa, è un'ideale bibita rinfrescante.

GALLIANO. Liquore gradevolmente dolce, tra i più conosciuti e consumati negli Stati Uniti, è composto da numerose erbe, fiori alpini e bacche.

GENZIANA. E' un liquore dolce-amaro preparato per macerazione di erbe e radici, esso viene servito quale aperitivo digestivo e viene anche utilizzato nei cocktaiis.

GIN. E' un distillato di cereali, aromatizzato con bacche di ginepro, coriandolo e altri aromi.

GINGER ALE. Tipica acqua gassata allo zenzero (in inglese ginger). Trova impiego nei long drinks a base soprattutto di Whiskey Bourbon e Canadian Club.

GRANATINA. E' uno sciroppo al profumo di melograno, di varie marche italiane e straniere, componente complementare per la realizzazione di numerose categorie di bevande.

GRAND MARNIER. Liquore al gusto di arancio di alta qualità perchè deriva dall'infusione di bucce d'arancio in finissimo cognac.

GRAPPA. Acquavite di produzione italiana, ottenuta dalla distillazione della vinaccia.

IRISH MIST. Liquore a base di Whiskey irlandese con aggiunta di miele di brughiera.

IRISH WHISKEY. Liquore molto dolce formato da crema di latte e whiskey irlandese, servito da solo con ghiaccio o miscelato (idoneo per i frozen drinks).

JACK DANIEL'S. Whiskey prodotto nel Tennessee (USA).

KAHLUA. Liquore al caffè di origine messicana (26,5°).

LIME. Limone verde dei Caraibi. li suo succo dal particolare sapore esotico unito a distillati di ogni tipo consente la realizzazione di cocktails appartenente alla categoria dei Sour.

MADERA. Vino da dessert, aromatizzato e liquoroso prodotto nell'omonimo arcipelago.

MALIBU'. Liquore derivante dall'aromatizzazione del rum alla noce di cocco.

MANDARINETTO. Liquore dal profumo intenso di mandarino, trà i più conosciuti il Mandarinetto Isolabella prodotto in Italia e il Mandarine Napoleon di varie ditte francesi.

MARASCHINO. Liquore dolce, realizzato esclusivamente con ciliegie marasche de! Veneto.

MARSALA. Vino aromatizzato dolce con un retrogusto secco, prodotto nell'Italia meridione.

MARTINI. Oltre ad essere inteso quale Vermouth italiano (dry, bianco, rosè o rosso) il Martini, specie negli Stati Uniti è sinonimo di cocktail very dry a base di Gin e Vermouth.

MENTA SACCO. Liquore di colori bianco e verde, distribuito dalla Martini e Rossi, ottimo prodotto per cocktails e long drinks.

MENTHE. Liquore (Crème de Menthe o Pippermint) di color bianco o verde, prodotto da varie case estere: Bois, MarieBrizard, Cusenier, Get Pippermint.

METAXA. Distillato di vino proveniente dalla Grecia.

MEZCAL. Acquavite ottenuta per distillazione dell'agave. Viene prodotta, come la tequila, in Messico.

MIDORI. Liquore di melone verde (20% voi.), prodotto dalla Casa Suntory, la paternità del Midori è stata attribuita al presidente dell' IBA Angelo Zola, in occasione del concorso mondiale per barman svoltosi in Giappone.

MISTRA'. Liquore secco al sapore d'Anice (dell'antica Casa Varnelli, 1868, di Macerata) da utilizzare, tra l'altro, per la preparazione dei Pousse-cafè.

NOILLY PRAT. Vermouth francese.

NOYAUX. Liquore francese elaborato con mandorle pressate nell'alcol in infusione.

OPAL NERA. Nuovo tipo di Sambuca prodotto in Italia.

ORANGE BITTER. Liquore prodotto con bucce dell'arancia amara di Siviglia. Viene usato soprattutto, in piccole dosi, nella preparazione di cocktails e long drinks.

OUZO. Liquore d'anice (va bevuto allungato con acqua) di produzione greca.

PASSOA. Liquore a bassa gradazione alcolica ottenuto con il frutto della passione.

PASTIS. Termine generico di liquore contenente i una certa grammatura d'essenza di anice per litro di prodotto, ma anche nome di liquore dal sapore forte di anice, allungato con abbondante acqua ghiacciata: è uno degli aperitivi preferiti dai francesi.

PEACH BITTER. Tipo di Brandy alla pesca utilizzato per aromatizzare bevande miscelate.

PEACHTREE. Liquore dolce dal profumo gradevole di pesche: ottimo componente nei cocktails con lo Champagne o altri vini spumanti.

PERNOD. E' il fratello più secco del Pastis. Il Pernod 45° talvolta negli USA viene sostituito all'Absinthe (nei cocktails) sin dal secolo scorso. A Venezia, e precisamente al Caffè Florian, viene preparato con ghiaccio pile sopra una zolletta di zucchero: l'acqua fredda va versata sopra il ghiaccio e va a unirsi, attraverso il piccolo foro del contenitore in vetro, al Pernod precedentemente versato nell'apposita coppa.

PIMM'S. Tra i vari sapori riconoscibili dal numero posto sull'etichetta, il Pimm's n°1 è il più' famoso ed è prodotto con Gin e aromi.

PISCO (Inca Fisco). Acquavite di provenienza peruviana.

PORTO. Vino liquoroso portoghese, bianco o rosso, secco o dolce, di varie marche: Cockburn, Croft, Delaforce, Martinez Offley e cosi' via.

PUNT & MES. Vermouth di vari sapori: rosso scuro di gradevole sapore dolce-amaro, Carpano classico, Bianco Carpano, dolce aromatico.

RABAROZUCCA. Aperitivo moderatamente alcolico, prodotto dalla ditta omonima, a base di erbe aromatiche e radice di rabarbaro.

RICARD. Aperitivo francese di sapore d'anice tipo Pernod e Pastis, tre prodoti che vanno allungati con acqua naturale ben ghiacciata.

RUM. Distillato di canna da zucchero, uno dei prodotti più amato nel mondo.

SAKE. Tipo di vino giapponese ottenuto con il riso.

SAMBUCA. Liquore italiano dal sapore di anice.

SHERRY. Vino spagnolo, proveniente da Jerez de la Frontera, di numerosi sapori e differenti marche. a servito fresco sia nella versione secca (dry), che abboccata (medium), che dolce (cream).

SIDRO. Bevanda analcolica o di moderata gradazione, ottenuta dalla fermentazione delle mele

SLIVOWIZ. Grappa di prugne di produzione jugoslava di sapore secco.

SLOE GIN. Vedi "Gin", introvabile in Italia.

SOUTHERN COMFORT. Liquore usato soprattutto nella preparazione di cocktails a base di Bourbon hiskey profumato alle pesche prodotto nel Missouri (USA), la cui formula è un segreto di famiglia gelosamente custodito.

STREGA, Liquore di Benevento ottenuto con spezie, erbe aromatiche e fiori.

TIA MARIA. Liquore al caffè prodotto in Jamaica.

VANILZUCCA. Liquore da! gradevole sapore di vaniglia; ottimo componente unito al rabarbaro e a numerosi cocktails e long drinks.

VERMOUTH. Vino aromatizzato con spezie, radici e caramello.

VIN BRULE'. Vino bollente, aromatizzato con spezie.

WHISKEY. Denominazione di prodotti che vengono distillati in Irlanda e negli Stati Uniti.

WHISKY. Denominazione di tutti i numerosissimi prodotti scozzesi e canadesi.
basalla
 
Messaggi: 626
Iscritto il: 07/04/2014, 19:52

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Max » 23/01/2018, 9:53

:lol:
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 807
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Max » 23/01/2018, 9:55

Patrick ha scritto:Grazie per l'indicazione, ma avrei bisogno di qualche dettaglio in più, perchè "sostanza alcolica" per me è un po' troppo generico per non avere paura di fare dei danni (con quello che sono costati....).

Parlavo del comunissimo alcool denaturato, quello rosso per intenderci, stando attento di non passarci anche la montatura se è in materiale plastico.
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 807
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda mauro » 25/01/2018, 17:45

scusate ma la prendo larga...
per intenderci, quando si parla di prodotti superficiali che "non si sporcano "... diciamo pure che non esistono. Esistono d'altro canto prodotti che sono più facili da pulire.
Volendo fare una graduatoria tra le superfici più difficoltose da pulire, possimo dire:
peggio CR39 non trattato , LA TENSIONE SUPERFICIALE CHE NON CI DICE TUTTO MA PIù BASSA è E MEGLIO SI PULISCONO, è INTORNO AI 50/60mN/m
un pochino meglio....plasticche varie indurite con hard coat (lacca) colorabile 36/42mN/m
sempre meglio plasticche varie indurite con hard coat (lacca) NON colorabile 32/36mN/m
Lenti con antiriflesso e/o specchi con idrorepellente (chiamati in alternativa idrofobici o lipofobici le non è lo stesso ma ...) 26/30mN/m
Lenti con antiriflesso e/o specchi con idrorepellente chiamati SUPER idrofobici < 28 mN/m ( sotto certi valori la misura è particolarmente complessa)
Come pulire...
tutti i momenti pezzetta in microfibra (ci sono quelle così cos' ed alcume molto buone) vanno lavate spesso esee no diventano ricettacoli di sporco
1-2 volte al giorno acqua tiepida e sapone neutro asciugare con microfibra o tessuti molto delicati
in alternativa 1-2 volte al giorno alcool etilico (ma non le grappine suggerite da Basalla :lol: )
la miglior cosa è comunque NON sporcare gli occhiali.
Mai tenerli sulla fronte o sui capelli, mai posizionare l'occhiale toccando la lente con le dita (le astine servono anche a quello), mai usare gli occhiaiali da vista come occhiali per la sicurezza individuale sui luoghi di lavoro (i DPI possono essere costruiti con lenti aposite ma sono concepiti in modo differente e ve li deve pagare il datore di lavoro).
Scegliete sempre una montatura che non porti a contatto la pelle o le ciglia con le lenti.

ciao
Mauro
mauro
 
Messaggi: 320
Iscritto il: 07/04/2014, 15:20
Località: Bologna

Re: Problema stupido: LENTI SPORCHE!

Messaggioda Max » 26/01/2018, 9:56

mauro ha scritto:Scegliete sempre una montatura che non porti a contatto la pelle o le ciglia con le lenti.
ciao
Mauro

Questo sarebbe auspicabile, la maggior parte dei trattamenti si rovina per la vicinanza a ciglia, sopracciglia e pelle ma spesso é molto difficile scegliere montature che rispettino questa linea guida, soprattutto se ci si è già impegnati per soddisfare tutte le altre linee guida (dimensione appropriata, forma appropriata, materiale e colore, gusto personale, esigenze di diottria, stile di vita), però concordo sul fatto che è uno dei parametri da tener presente e da comunicare al cliente.
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 807
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Prossimo

Torna a VARIE

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron