ATTENZIONE
SE SEI UN NUOVO UTENTE, TI PREGHIAMO DI VISIONARE IL REGOLAMENTO E DI PRESENTARTI IN "PRESENTAZIONE NUOVI ISCRITTI"!

"Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

"Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda teo » 20/05/2019, 10:50

Buongiorno a tutti!

Vi scrivo per chiedervi un parere/consiglio.

Sono stato per 10 anni un felice portatore delle Acuvue Oasys for Astigmatism, lenti che ho sempre trovato leggere e comode, fin da quando me le propose l'ottico (allora avevo 15 anni, ora ne ho 26). Le ho sempre usate per molte ore (dalle 7 alle 22 almeno) in situazioni spesso difficili (aule universitarie con riscaldamenti/aria condizionata, continui cambi di visione da pc a lavagna-cattedra, ...), aiutandomi di tanto in tanto con qualche lacrima artificiale. Circa tre anni fa, parlando col mio ottico della leggera sensazione di occhio secco che talvolta provavo, mi venne proposto il passaggio a un altro materiale: cambiai quindi marca, passando alle Air Optix for Astigmatism, lenti alle quali, però, non mi sono mai adattato completamente (mi davano una sensazione di pesantezza nell'occhio, specie dopo sole due settimane di utilizzo). Il risultato fu che anche l'ottico optò per il ritorno alle Oasys e per un cambiamento di soluzione unica (dalla SoloCare Aqua, prodotto un po' datato a detta dello specialista, al nuovo Optifree PureMoist): ritrovai comfort e i problemi di secchezza oculare vennero superati (la nuova soluzione me le faceva sentire sempre fresche). A luglio dello scorso anno, però, iniziai nuovamente a "soffrire" le Oasys: visione offuscata, poca reattività nel mettere a fuoco passando dallo schermo del pc a libri o volti di persone, anche con lenti "appena aperte". Dopo regolare visita oculistica, l'ottico mi propose tre campioncini (con prescrizione aggiornata, e correttamente "aggiustata") per trovare il nuovo comfort: Oasys, marca di cui non ricordo il nome (non marchio famoso) e Mark'Ennovy. La Oasys risultava ancora (per me e secondo i controlli effettuati dall'ottico) la lente che meglio si adattava al mio occhio ("non stringe ai bordi e si muove bene"). Purtroppo però, da allora, il comfort non è più stato lo stesso: la visione mi sembra spesso appannata e spesso mi trovo a sbattere gli occhi per far ruotare la lente e avere una visione ottimale. Purtroppo, dovendo partire per l'estero (da dove vi scrivo), non ho più avuto occasione di andare dall'ottico per approfondire (cosa che farò al rientro) e quindi ho optato per continuare con le Oasys, alternandole spesso con gli occhiali.

Dopo questo lungo racconto (spero di non avervi annoiati e di essere stato chiaro), vi pongo la domanda: è possibile che, avendo io aumentato le ore al pc per questioni lavorative, le Oasys non siano più così performanti perché "di vecchia tecnologia"? Ci sono altri materiali più adatti agli schermi digitali (pc, cellulare, …)? Ho sentito delle nuove B&L Ultra e delle nuove AirOptix Plus: sono effettivamente prodotti "più nuovi"?

Grazie a tutti.

Teo
teo
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/09/2016, 18:47

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda essiweb » 20/05/2019, 15:05

Premetto non sono un contattologo ci saranno altri utenti che potranno darti info più precise.

i fattori che influiscono sono molti, le oasys sono lenti molto valide, sono molto confortevoli e sottili cosa che è un vantaggio per il comfort ma non va bene per tutti gli astigmatici io ad esempio non mi ci trovo.

Se andavano bene per i tuoi occhi ed ora no dovresti capire con l'ottico cosa è successo, potrebbe essere che la qualità del film lacrimale sia peggiorata se le porti tutti i giorni molte ore da così tanto tempo magari usando poco le lacrime artificiali o potrebbe essere la soluzione di pulizia da cambiare.

più che cercare un altra lente forse prima dovresti cercare di fare un periodo di pausa dalle lenti a contatto.

Per gli schermi l'unica cosa è fare pause e ricordarsi di sbattere le palpebre ogni tanto se no non esiste lente a contatto che tenga.

i prodotti che citi b&l ultra, air optix plus, acuvue vita ecc sono prodotti più nuovi e sono validi ma va visto se si adattano ai tuoi occhi come materiale e parametri.
essiweb
 
Messaggi: 783
Iscritto il: 08/04/2014, 17:05

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda teo » 20/05/2019, 15:32

Gentile essiweb,

ti ringrazio molto per la risposta. Già con l'ottico si parlava di qualità più che di quantità delle lacrime: avevo provato in passato i prodotti di Alcon (OptiFree Pro blu e verde) e i prodotti Optox (yal e idro+), ma nessuno di questi mi aveva davvero soddisfatto. In università portavo sempre con me Blink&Clean, l'unico collirio "pulitore" (di cui abbiamo già discusso in un altro vecchio post del 2016) che riusciva a garantirmi buoni risultati, ma ora quello che mi manca è proprio il comfort visivo, non "di porto". La soluzione che uso attualmente (perché mi è sembrata migliore, dopo aver provato un campione omaggio) è la BioTrue. Per quanto riguarda la "pausa" dalle lenti, posso dire che sto riducendo molto le ore di porto (massimo 6-8) e spesso preferisco gli occhiali per intere giornate (soprattutto nel weekend).
Lascio qui sotto i parametri attuali delle mie Acuvue Oasys.
OD: -5.50, -1.75, 10°
OS: -5.75, -1.75, 160°

Grazie!

Teo
teo
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/09/2016, 18:47

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda Max » 20/05/2019, 15:44

Tra quelle da te citate le Oasys non sono certo vecchie e sono le toriche con uno dei sistemi di stabilizzazione (ASD) in assoluto più innovativi , inoltre passare ad un ricambio mensile non mi pare comunque una buona idea ... da quello che descrivi secondo me andrebbe sistemato qualcosa a livello diottrico e non di materiale, per poi andare a provare con un integratore lacrimale più efficace se possibile.
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 802
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda teo » 20/05/2019, 16:18

Buon pomeriggio Max!

Grazie per la risposta. Con il mio ottico avevamo già provato a sistemare (tempo addietro) diottria e cilindro (ho provato anche -2,75 di cilindro) e i miglioramenti erano scarsi se non nulli. Cosa intendi con integratore lacrimale più efficace?

Grazie.
teo
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/09/2016, 18:47

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda Max » 23/05/2019, 9:24

Gli integratori lacrimali sono parecchi alcuni più efficaci altri meno...
Inoltre spesso i valori di sfera e cilindro potrebbero essere ottimizzati dopo verifica.
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 802
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda teo » 23/05/2019, 9:36

Ciao Max.

Grazie per le delucidazioni. Quado tornerò da questa mia trasferta estera, andrò a fare sicuramente un controllo. Sono però curioso, quale, tra i tanti, ritieni essere uno dei migliori integratori lacrimali?

Grazie!
teo
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/09/2016, 18:47

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda Max » 23/05/2019, 16:07

teo ha scritto:Ciao Max.

Grazie per le delucidazioni. Quado tornerò da questa mia trasferta estera, andrò a fare sicuramente un controllo. Sono però curioso, quale, tra i tanti, ritieni essere uno dei migliori integratori lacrimali?

Grazie!

Ce ne sono diversi ed é inutile fare i professori la cosa migliore é provarli con un minimo di ratio che si basi su un esame al biomicroscopio e qualche domanda ben posta...la linea Blink e OptoX hanno all’interno prodotti che funzionano bene.
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 802
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda teo » 23/05/2019, 16:49

Max ha scritto:
teo ha scritto:Ciao Max.

Grazie per le delucidazioni. Quado tornerò da questa mia trasferta estera, andrò a fare sicuramente un controllo. Sono però curioso, quale, tra i tanti, ritieni essere uno dei migliori integratori lacrimali?

Grazie!

Ce ne sono diversi ed é inutile fare i professori la cosa migliore é provarli con un minimo di ratio che si basi su un esame al biomicroscopio e qualche domanda ben posta...la linea Blink e OptoX hanno all’interno prodotti che funzionano bene.



Ti ringrazio molto per le risposte e per aver soddisfatto la mia curiosità. Non mi resta che andare a fare un buon controllo al rientro, e magari aggiornarvi.

Grazie a tutti, a presto.
teo
 
Messaggi: 10
Iscritto il: 01/09/2016, 18:47

Re: "Vecchie" lenti per "nuove" tecnologie

Messaggioda Max » 24/05/2019, 9:22

Tienici aggiornati. Di dove sei?
La nostra meta non è mai un luogo, ma piuttosto un nuovo modo di vedere le cose...
Avatar utente
Max
 
Messaggi: 802
Iscritto il: 31/03/2014, 11:05

Prossimo

Torna a L.a.c. morbide

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron